SARA FORTISIPSICOLOGIA.jpg

Sara Forti, PhD DClinPsy

Psicologa, Neuropsicologa, Psicoterapeuta
Terapeuta EMDR di I Livello
Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale e Cognitivo-Costruttivista
Esperta di Mindfulness in Psicoterapia
Co-Titolare STUDIO INTERNAZIONALE PSICOLOGIA
  • LinkedIn Icona sociale
 

Mi occupo di psicoterapia da dieci anni, dopo diversi anni nella ricerca accademica nell'ambito delle neuroscienze cognitive.

Dopo la laurea in psicologia sperimentale, conseguii un dottorato (PhD) all'università di Birmingham (UK) sotto la supervisione di G.W.Humphreys, uno dei massimi esperti mondiali del settore, per poi proseguire nella ricerca, prima come post-doc nella stessa università, poi come direttrice di ricerca ​ e principal investigator dell'IRCCS Eugenio Medea. Sentii tuttavia l'urgenza di abbandonare la torre d'avorio degli accademici e di uscire dai laboratori per entrare maggiormente in contatto con le persone e fornire il mio reale contributo per le difficoltà quotidiane. Dunque, a trentacinque anni scelsi di intraprendere il percorso quadriennale per la specializzazione in psicoterapia, che ho conseguito presso il Centro Terapia Cognitiva di Como.

​Oggi il mio approccio alla psicoterapia è comunque scientifico, in quanto mi affido solamente a metodi e tecniche di comprovata efficacia. Tra queste, la teoria dell'attaccamento, secondo cui gran parte della nostra personalità è determinata dalle interazioni che abbiamo avuto con i nostri genitori, ha avuto ormai innumerevoli conferme da parte della ricerca e con Raffaela Messina ho fondato Studio Internazionale Psicologia come un centro in cui tutti i terapeuti basino il loro operato sulle dinamiche di attaccamento.

 

Ugualmente, la terapia cognitivo-comportamentale si è rivelata tra le più efficaci nella risoluzione di gran parte dei sintomi psicopatologici ed è indicata nelle linee guida dell'Istituto Superiore di Sanità e degli equivalenti internazionali. Questo metodo ha però origine nei lontani anni 60, perciò è importante integrarlo con le più recenti versioni della terapia cognitiva, tra cui la cornice cognitivo-costruttivista o relazionale, che presuppone un rapporto tra sensazioni-emozioni e pensieri coerente con le ultime scoperte in ambito neurofisiologico e neuro-psicologico; negli ultimi anni sono anche dagli approcci che sottolineano l'importanza dell'auto-accettazione e della disidentificazione dai propri pensieri, come la Acceptance and Commitment Therapy (ACT) e la Mindfulness applicata alla psicoterapia. Volendo tenermi sempre aggiornata su tutti i metodi di comprovata efficacia, mi sto formando in modo da poter applicare anche le tecniche di Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR).

Tuttavia, nonostante centinaia di articoli scientifici provino l'efficacia di tutti questi metodi, la totalità delle ricerche del settore concordano nell'indicare che il miglior indice predittivo dell'efficacia di un percorso è la qualità della relazione che si instaura con il terapeuta, un fattore che è molto difficile da descrivere e da misurare. Dunque non applico protocolli generalizzati, ma baso gran parte del mio operato sulle caratteristiche della relazione con il paziente, fermamente convinta, da neuropsicologa e costruttivista quale sono, che non sia possibile identificare una realtà uguale per ciascuno di noi, ma che il nostro modo di vedere il mondo e di percepire gli eventi che ci accadono non possa essere separato da chi siamo e da chi siamo stati. Sono quindi le differenze individuali che mi affascinano, insieme alle differenze culturali, per cui mi interesso particolarmente alle dinamiche psicologiche degli stranieri che vivono a Milano

In quest'ottica, non "interpreto" il vissuto dei miei pazienti, che restano comunque gli ultimi conoscitori di se stessi, ma fornisco il metodo d'indagine perché ognuno possa comprendere i propri meccanismi sentendosi al sicuro, in modo da accettare sia le parti piacevoli di sé che quelle spiacevoli per individuare il proprio modo per raggiungere i propri obbiettivi in maniera più funzionale.​

 

Credo che la psicoterapia rappresenti un percorso di collaborazione, in cui il mio ruolo è quello di accompagnare la persona nel viaggio alla scoperta dei propri meccanismi, assicurando che il percorso verso autoconsapevolezza avvenga in sicurezza e protezione e fornendo anche il metodo per imparare a conoscersi meglio. Un metodo che, una volta acquisito, può essere utile in tutto il corso della vita.

  • Laurea in Psicologia (Univ. Padova)

  • Dottorato di ricerca in Neuropsicologia (Univ. Birmingham UK)

  • MBA (Univ. Birmingham UK)

  • Master in Psicologia Forense (Univ. Cattolica di Milano)

  • Specializzazione in Psicoterapia (Centro Terapia Cognitiva di Como)

  • Abilitazione Terapia EMDR - Livello 1

  • Abilitazione all'utilizzo della Mindfulness in Psicoterapia

  • Già Professore a Contratto Univ. Cattolica di Milano

  • Socio Corrispondente SITCC (Società Italiana Terapia Cognitivo-Comportamentale)

  • Socio EMDR Italia

STUDIO INTERNAZIONALE PSICOLOGIA - VIA ELBA 10 -  20144 MILANO

    Tel.+39 320 66 44 107    Mail: info@sipsicologia.it