top of page

Dott.ssa Elisabetta Maglio

Psicologa, Mental Health Counsellor ad approccio Rogersiano
Terapeuta EMDR liv. 1

Elisabetta Maglio_edited.jpg
  • Laurea in Psicologia dello sviluppo (Univ. Cattolica Milano) 

  • Master triennale in mental health counselling (Palo Alto - CA - US)

  • Abilitazione all'utilizzo della Terapia EMDR Liv. 1

Iscritta all'Albo degli psicologi della Lombardia  - Sez. Psicologi

Riceve in Piazza Sei Febbraio in italiano e in inglese

Per prenotare un appuntamento, 

scrivere a: elisabetta.maglio@sipsicologia.it

o chiamare al: 375 54 00 596

Cosa mi ha portato qui?

Sono una Psicologa iscritto all’Albo Regionale degli Psicologi della Lombardia. Ho inoltre conseguito un Master in Counseling della Salute Mentale presso la Palo Alto University (CA, USA); ho praticato sia in Italia che all'estero in vari scenari, dalla psicologia d'impresa allo studio privato e all'ambiente scolastico. Le mie aree di competenza sono i bambini, gli adolescenti e le loro famiglie, la mia clientela quindi spazia spesso attraverso le generazioni, dai bambini agli adulti. Ho trascorso una parte significativa della mia carriera a Shanghai, in Cina, dove ho praticato all'interno della comunità di espatriati, con un focus unico sulle relazioni culturali e intergenerazionali.

Le mie aree di specializzazione includono i disturbi dell'umore, tra cui ansia o depressione, attacchi di panico e problemi comportamentali, rabbia e comunicazione, orientamento genitoriale e problemi relazionali, all'interno della famiglia o all'interno della coppia, crisi della durata della vita, compresa la neo-genitorialità, depressione post-partum, adeguamento e crisi legate al lavoro.

Il mio approccio terapeutico

Sono d'accordo con Carl Rogers, il fondatore della psicologia umanistica, quando afferma che per una persona per crescere, è importante vivere in un ambiente che fornisca genuinità (apertura e rivelazione di sé), accettazione (essere vista con incondizionata considerazione positiva) ed empatia (essere ascoltati e compresi). Questi tre pilastri sono al primo posto quando incontro un potenziale paziente, durante una sessione iniziale e fino all'appuntamento finale.

Affinché una persona superi le sfide e gli impasse temporanei, è fondamentale occupare uno spazio e un tempo sicuri in cui elaborare i propri bisogni e desideri, per poter raccogliere i propri punti di forza e fare progetti su come andare avanti . Il mio tipico approccio integrato combina tecniche della Terapia Cognitivo Comportamentale e della Terapia Narrativa. Ciò comporta un primo periodo di ascolto delle storie di un cliente, individuando temi ricorrenti e parole chiave che possono indicare il raccontare eventi nella sua vita.

Inoltre, miro a utilizzare le tecniche CBT, per concentrarmi su schemi di pensiero e possibili distorsioni del pensiero che sono molto comuni a tutti noi, ma che possono essere accentuati da eventi particolari e specifici. Dopo aver stabilito i nostri obiettivi terapeutici, apprezzo l'importanza di offrire a un cliente un pensiero "da portare a casa" dalle nostre sessioni, evidenziando il prezioso lavoro svolto durante il nostro tempo insieme e sottolineando i miglioramenti raggiunti tra le sessioni mentre i nostri apprendimenti vengono applicati alla vita quotidiana del cliente.

Mi piace concepire la terapia (e la vita in generale) come una scala: a volte una meta può sembrare lontana e irraggiungibile, la scala può sembrare ripida e instabile, ma facendo un passo alla volta un terapeuta tiene ferma la scala, incoraggiandoti salire più in alto di quanto avresti creduto possibile.

bottom of page